Figli

Socrate

I figli non devono necessariamente seguire i nostri passi, né devono apprezzare ciò che piace a noi. Provo orgoglio nel vedere mio figlio crescere, nonostante sia così diverso da me, perché lo osservo nel seguire il suo “daimon”, la sua bussola interiore ed ho fiducia che questa è la sola strada giusta per lui, al di là dei miei timori o consigli.
Eppure… non posso nascondere la gioia che provo quando (ogni tanto) si appassiona alle stesse cose che appassionano me, quando resta spontaneamente affascinato da ciò che affascina anche me.
Mi avevano raccontato che l’adolescenza fosse una parentesi da temere e dimenticare… Ma si sbagliavano.
“Siamo” alla terza superiore e Michele è alle prese con libri immortali, con pensatori sfidanti e con tantissima voglia di conoscere, scoprire, meravigliarsi.
Questi libri al mio terzo anno, hanno segnato l’inizio di un viaggio… sono eccitata, orgogliosa e commossa nel vederlo prendere lo stesso treno e iniziare lo stesso viaggio.
💚

 

Autore: Diana Cannarozzo

Counselor, operatrice olistica e di benessere, mi occupo della relazione d'aiuto offrendo sostegno professionale. Iscritta al registro professionale ASPIN, ricevo a Milano e a Vigevano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...